Per informazioni
info@azgualeni.it

64 Fiera di Orzinuovi

Da cittadino Orceano prima e da allevatore poi, ho appreso con molto rammarico la notizia che gli animali sono stati banditi dalla tradizionale Fiera di Orzinuovi. Il motivo oramai è noto a tutti quanti si interessando all’evento: “Costano troppo”. La Fiera di Orzinuovi vanto della nostra CITTA’ viene privata del comparto più rappresentativo, quello che ha dato origine alla fiera stessa.

Sono rimasto allibito quando ho appreso, alcune settimane fa, la notizia dalle pagine del Giornale di Brescia. Noi allevatori di Capre credevamo, partecipando per la prima volta lo scorso anno, di iniziare una proficua collaborazione che sarebbe proseguita duratura negli anni. Siamo stati solo dei poveri illusi. A nulla sono valse le centinaia di persone assiepate dietro di noi mentre effettuavamo la mungitura dei nostri animali. Persone che chiedevano che sapore avesse il nostro latte, che volevano assaggiarlo. Richiesta che cortesemente, per motivi sanitari, dovevamo rifiutare, ma che ci riempiva di orgoglio. Mamme che portavano i loro bambini ad accarezzare questi docili e intelligentissimi animali.

Per venire incontro alle esigenze economiche dell’ente fiera avremmo se consultati, potuto collaborare cercando sponsor per la sistemazione delle capre. Avremmo potuto creare conoscenza in cittadini che nemmeno sapevano che da noi in pianura esistevano blasonati allevamenti di capre, avremmo potuto creare con i bambini una mini scuola casearia … avremmo … avremmo …. Non si può creare nulla se si antepongono i profitti alla conoscenza.

La crisi ha colpito tutti, non ultimi gli allevamenti, che tra costi e tasse sempre in aumento hanno sicuramente bisogno di una buona vetrina per far sapere alla gente che esistono ancora con i loro prodotti e la loro produzione. Quale migliore occasione di una fiera consolidata come quella di Orzinuovi? Ora vogliono continuare a chiamare “fiera” una piazza piena di automobili e un pò di bancarelle che vendono di tutto e di più, solamente perché pagano. Un consiglio al direttivo di Orceania, non chiamatella più Fiera di Orzinuovi, chiamatela “le giornate commerciali Orceane” è molto più consono a quanto la Fiera di Orzinuovi è diventata. In quanto al fatto che per l’ente fiera, siamo un settore (quello zootecnico) improduttivo, si può solo aggiungere che purtroppo non ci hanno considerato tale anche per il pagamento dell’IMU.

Aggiungo che Orceania, come molti del resto, traducono la parola A.P.A. in vacche; anzi in vacche di Razza Frisona (quelle pezzate bianche e nere per intenderci). L’APA è anche vacche pezzate Rosse, Brune, Jersei, anche capre e pecore, anche conigli e maiali, anche cavalli, asini e muli. Faccio molta fatica ad accettarlo, ma posso capire che lo stand delle vacche costi un’enormità rispetto agli animali presenti in fiera. Allora perchè non abbandonare allevatori che dimostrano disaffezione verso la manifestazione promuovendo la partecipazione di quelli che invece dimostrano gradimento all’evento. Parlo soprattutto di cavalli e capre. Non penso che questi settori abbiano inciso così tanto nel conteggio dei costi. Il settore caprino, unico in crescita nella provincia di Brescia, sistemato sotto i gazebi ha inciso sulla spesa per il 10% del totale, probabilmente quest’anno anche meno visto che gran parte del materiale necessario è già stato acquistato, ed era presente con un centinaio di animali. Questo numero importante, nel 2012 sarebbe ulteriormente aumentato perchè avevo già ricevuto domande di partecipazione di allevamenti non presenti nel 2011. Promuoviamo quindi, cavalli e capre che partecipano massicciamente all’evento. Gli altri facciano un esame di coscienza.

Noi del settore equino ed ovicaprino siamo sempre a disposizione qualora l’ente fiera decidesse ora o in futuro di cambiare idea.

Il presidente della sezione Ovicaprina dell’APA di Brescia
Roberto Gualeni


[ 4 commenti ]

Allegati disponibili:

4 commenti

  1. Claudio scrive:

    Ciao Roberto,
    Condivido pienamente le tue parole. Lo scorso anno (ormai) ero venuto alla fiera senza avvisarti per farti una sorpresa. Già in prossimità del paese ho pensato di aver sbagliato il giorno, visto che non c’erano auto parcheggiate in giro. Entro nella zona della fiera e con grande sorpresa…..nessuno…. pochissima gente rispetto all’anno precedente, non fosse stato per le varie bancarelle avrei detto che fosse una normale domenica a Orzinuovi.
    Purtroppo troppo spessi gli amministratori “del Pubblico” si dimenticano che l’agricoltura e l’allevamento sono il SETTORE PRIMARIO dell’economia. Queste persone quando si siedono a tavola dovrebbero chiedersi innanzitutto da dove arriva quello che stanno per mangiare e pensare che qualcuno l’ha fatto, anche se il prodotto arriva dalla grande distribuzione, qualcuno ha dovuto allevare, mungere, alimentare gli animali.
    Visto il flop di presenze sono convinto che quest’anno riporteranno gli animali in fiera, perché gli animali sono la Fiera di Orzinuovi, non altro.
    Un caloroso saluto
    Claudio
    Azienda Agricola I.M.T. EDOLO

    • roberto scrive:

      Claudio, devo dirti sinceramente che le tue parole mi rincuorano. Capisco che la mia seppure flebile protesta, non è stata vana se gente come te la condivide. Spero che chi di dovere, legga quello che hai scritto e che ne tragga le dovute conseguenze.

  2. parma a. scrive:

    Ma considerando tutte le altre razze caprine..c’è per caso qualche altra mostra specifica come nel caso
    Della saanen e..

  3. Angiolino scrive:

    Ciao Roberto
    un grazie per la disponibilita’e l’accoglienza di questa mattina alla visita nella tua azienda di allevamento CAPRE SAANEN c.na Malpaga ORZINUOVI BS.
    Ho postato delle fotografie in Fb sul mio profilo per ricordare la mattinata

    ciao
    Angiolino BENEDETTI

Lascia un commento